Contact Info

Case Sciarroni – Notaresco I-64024 Teramo (TE) – ITALY

italy@cubodesign.it
world@cubodesign.it

Choose your language

FOLLOW US

Miton

tilo 2.0 miton

TILO 2.0: L’ELEGANTE PUREZZA DI UNA CUCINA IN VETRO

Tilo 2.0: incanto e potenza dei materiali eterni.

Nella nuova collezione Made In, Tilo 2.0 nasce da una approfondita meditazione sui materiali. L’obiettivo di Miton Cucine era proporre un modello che comunicasse allo stesso tempo leggerezza e solidità, associando un design raffinato a una forte attenzione alla sostenibilità ambientale, da sempre al centro della filosofia produttiva del nostro brand.

La scelta è ricaduta su una materia apparentemente fragile e nello stesso tempo dotata di una straordinaria potenza che la rende inalterabile dalla luce, capace di resistere non solo a macchie, acqua e umidità ma anche a temperature elevate senza subire deformazioni. Si tratta del vetro che, nella finitura nero traffico opaco, diventa protagonista indiscusso delle ante dell’isola centrale a cui conferisce una sorprendente piacevolezza al tatto. Sprovvisto di sostanze tossiche e altamente igienico, è un materiale che parla un linguaggio fatto di purezza incontaminata e che ha in sé frammenti di eternità, in quanto appare quasi impermeabile al trascorrere del tempo e anche riciclabile in maniera pressoché illimitata. La sua forza si percepisce ancora di più in combinazione con un metallo che, alle peculiarità del vetro, unisce fondamentali proprietà ignifughe che garantiscono la non infiammabilità delle superfici. Si tratta dell’alluminio nero del telaio che assume una specifica funzione di sostegno.

Tilo 2.0: un’isola dal forte valore materico.

L’isola di Tilo 2.0 ha linee pulite ed essenziali valorizzate da una gola nera. Tale sistema di apertura, estremamente funzionale, è nella medesima finitura delle ante per una soluzione ton sur ton. La composizione si ispira a Tilo, uno dei modelli della precedente collezione di Miton Cucine a cui aggiunge tocchi di novità, soprattutto per quanto riguarda il blocco monolitico centrale.

In Tilo 2.0, infatti, vi sono fianchi esterni costituiti dallo stesso vetro in finitura nero traffico opaco, usato nelle ante, che viene fissato su un pannello di colore uguale per permettere una corretta chiusura in corrispondenza delle parti laterali. Particolarmente sottili, hanno uno spessore di 14 mm e, insieme alle basi rivolte verso il living, sono progettati appositamente per giungere fino a terra, assumendo così una connotazione di arredo adatto anche alla zona giorno e non concepito con una valenza esclusivamente tecnica.

Il worktop, che ospita sia la zona lavaggio che il piano cottura, è realizzato in laminato compact Fenix. Tale materiale nelle sue componenti originarie è costituito, prevalentemente, da strati di fibre di cellulosa intrisi di resine termoindurenti, cioè capaci di indurire sotto l’effetto di elevate temperature. Esso viene sottoposto, all’interno di specifiche presse, a un processo di trasformazione che, mediante l’azione congiunta di calore e alta pressione, permette di ottenere un prodotto impermeabile e compatto che in Tilo 2.0 ha un cuore in nero in tinta, mentre la parte superiore e quella inferiore sono in finitura Nero Ingo. Il laminato compact Fenix è un rivestimento particolarmente adatto per il worktop, in quanto impedisce la diffusione di germi e batteri, è resistente all’usura, agli urti e al caldo e non attira la polvere.

Interrompe le tonalità scure dell’isola centrale il bilaminato legno Rovere nechinger del piano snack, una superficie da destinare a colazioni o pranzi veloci in famiglia o da riservare agli ospiti mentre si è impegnati nell’angolo cottura.

Tilo 2.0: dinamismo e intersezione di volumi.

Realizzate in vetro opaco nero traffico, la stessa finitura delle ante del blocco monolitico, le colonne di Tilo 2.0 di Miton Cucine si dispongono a parete. Al centro sono interrotte da una boiserie in bilaminato legno Rovere nechinger attrezzata con mensole, illuminate mediante faretti LED a incasso tondi. I ripiani consentono di sfruttare lo spazio fra le colonne per lasciare a vista pentole, accessori o anche gli alimenti, dando alla cucina un aspetto ordinato. Nella parte sottostante, si susseguono moduli a giorno in laccato opaco nero traffico, ideali per riporre gli utensili che si utilizzano con maggiore frequenza.

Si può organizzare la parete orientata verso la zona giorno riproponendo la stessa dinamica sequenza di pieni e vuoti che definisce lo spazio occupato dalle colonne e dalla boiserie.

Infatti, un effetto di movimento scaturisce anche dall’intersezione, che caratterizza il living, tra le basi sospese e le vetrine Waind. Queste ultime, costituite da un insieme di ripiani, possono essere sfruttate come librerie o per collocare oggetti che si prestano a essere esposti e illuminati tramite LED. Sono provviste di anta Bellevue con un telaio in alluminio anodizzato nero opaco e vetro fumé. I componenti orizzontali presentano, inoltre, sul bordo frontale un profilo in alluminio nero, il carter copriripiano alto.

Le basi sospese, invece, consentono di disporre di una superficie molto utile per posizionare la TV o qualsiasi altro dispositivo elettronico. Alte 42 cm, si aprono comodamente mediante gole e cestoni a estrazione totale.

Infine, lateralmente c’è un’ulteriore boiserie dotata di mensole su cui è possibile integrare LED Mire. È coordinata nelle finiture con quella collocata fra le colonne per un effetto di continuità tra il living e la cucina.

« LA MAGIA DEL VETRO…PROTEGGERE SENZA IMPRIGIONARE…STARE IN UN POSTO E POTER VEDERE OVUNQUE…SENTIRSI DENTRO E FUORI, CONTEMPORANEAMENTE, UN’ASTUZIA, NIENT’ALTRO CHE ASTUZIA  »

( ALESSANDRO BARICCO )

Per maggiori informazioni su finiture e caratteristiche tecniche, visita la sezione dedicata a Tilo 2.0.